Il Grande Sud - Il Grande Sud

Il Grande Sud di Angelo M. D'Addesio. Attualità, cybercultura, politica e diritti nell'America Latina 2.0

RSS Feed

Liberate Barack Obama in Perù!

 

 

 

 

 

 

E’ stato appena eletto e dopo qualche mese, è stato immancabilmente rapito da un gruppo di terroristi guidati da un fantomatico leader di nome Bag Head che gli impone l’ordine di liberare tutti i terroristi del mondo entro 24 ore, altrimenti sarà ucciso. Stiamo parlando naturalmente dell’uomo più importante del mondo, del presidente degli Usa più immortalato: Barack Obama.   Tutto ciò accade in Obama Escape Presidential un gioco in flash player, facilmente utilizzabile da chiunque abbia un adeguato programma che ne consenta la visualizzazione ed in cui i giocatori davanti al pc dovranno aiutare il presidente a liberarsi ed affrontare i terroristi con l’ingegno, la parola oltre che con la forza, con sagaci battute di humour che rendono il leader Usa molto più simile ad Eddy Murphy che ad un uomo politico. Questo è il tema di uno dei primi giochi che coinvolgono il presidente Obama ed ideato in Perù dall’Inka Games ed in particolare da un Aldo Mujica, ingegnere peruviano che ha lasciato il lavoro presso una Banca di Lima e nel 2006 si è cimentato con un primo gioco elettronico su un candidato presidenziale, Ollanta_Humala, inizialmente dato per favorito nelle elezioni contro Alan Garcia, in cui i vari personaggi avrebbero dovuto “difendersi” durante i suoi cinque anni di governo (non svoltisi in realtà, magari in virtù anche del suo gioco), scegliendo il protagonista fra quattro personaggi peruviani: lo scrittore Jaime Bayly, l’artista alternativo Carlo Cacho, un giornalista o un cittadino qualunque, evitando le bombe di Abimael Guzman capo di Sendero Luminoso ed i barili di petrolio lanciati da Chávez dal suo aereo. Neppure i leader più terribili sono mancati all’appello. Fujimori è il protagonista di Extradiciòn, un gioco di abilità dove si deve trovare tutto il materiale possibile per favorire l’estradizione (allora non ancora avvenuta) del presidente accusato in Perù, mentre Pinochet addirittura in Juicio Final, ora rimosso, è addirittura al cospetto di chi deve decidere di mandarlo all’inferno o al paradiso. Il canovaccio del rapimento con tanto di denuncia, si era già visto in un flash game francese (Fuck Les Farc) sulla Colombia dove il protagonista deve uccidere le Farc e liberare Ingrid Betancourt (un gioco trasformatosi ora in migliore realtà). Ora Mujica, diventato a tutti gli effetti un creatore di giochi di professione, ha annunciato di voler proseguire il filone della Casa Bianca ed infatti sarà ambientato proprio lì il suo prossimo gioco che uscirà il 17 febbraio. Sicuramente Obama sarà molto più fortunato di Bush che in quasi tutti i giochi era in guerra e finiva con il distruggere la Casa Bianca o soccombeva, vittima di un attentato.