Il Grande Sud - Il Grande Sud

Il Grande Sud di Angelo M. D'Addesio. Attualità, cybercultura, politica e diritti nell'America Latina 2.0

RSS Feed

Quando eravamo solo uomini d’amore o di libertà…

Ricordate quando aprimmo questo blog con la famosa frase di Ryszard Kapucinski in Ebano che campeggia come sottotitolo di questo blog? Ebbene in questi giorni mi sono accorto di quanto sia vera quella frase ma di come quell’esiguo 10% del Nord sia sempre più forte del Sud. Ed allora il Sud si ribella, prima con l’orgoglio, poi con la pietà e poi con la violenza…E’ così per tutti i Sud, il nostro Sud italiano che si è adattato a mille lavori, ha visto emigrare tanta gente, ha visto gli uomini arare e mietere senza illusioni, per poi chiedere banche, casse, poi organizzarsi in grandi partiti e poi infine in qualcosa di peggio…E’ capitato in Africa dove il nord colonialista ha prima sottratto la manodopera e le più ingegnose tecniche di estrazione ed utilizzo di materie prime e gli africani hanno pietosamente chiesto aiuto ed alla fine si sono trascinati in continue guerre fra tribù, etnie, paesi ed i loro alleati, perlopiù “settentrionali”. E’ stato così nell’altro “Grande Sud”, quello latinoamericano, prima culla delle civiltà morali, architettoniche, poi improvviso centro nevralgico di asservimento al padrone ed infine vittima del populismo più gretto e violento.

Quanti partiti e movimenti ci hanno provato prima dei nostri a partire da Pino Solanas un semplcie regista che dal 2001 ad oggi ha calamitato il 20% del “Sud” dell’Argentina nel suo Proyecto Sur o ai movimenti e partiti riuniti nel 2002 a Porto Alegre, nel 2007 a Nairobi (il dominio vero è perfino cancellato, a testimonianza di quanto reggano le cose che riguardano il Sud), quest’anno a Belem (e ne abbiamo parlato). Quante cose ha cominciato e mai chiarito per mancanza di unione, convinzione, coraggio il Sud, dall’economia (Unasur, Mercosur, Banco del Sur), alla politica (ALBA), ai diritti (MST), all’energia (Gran Gasoducto del Sur). Quante cose in Italia portano il nome Sud, dallo storico Banco di Napoli alla famigerata odiata ed amata Cassa del Mezzogiorno. Quanti Sud in altre parti del mondo hanno visto le migliori idee svanire, le migliori menti fuggire e con essi soldi e speranze. A cosa dovrebbe dunque servire un Partito del Sud, un Ministero del Sud…? Forse aveva ragione il Prof. Bellavista…Se gli uomini del Sud fossero un po’ più uomini di libertà oltre che di amore (e viceversa per quelli del Nord), forse avremmo avuto la Lega della Libertà ed il Partito dell’Amore invece che la Lega Nord ed il Partito del Sud…ma di Bellavista e Cazzaniga non ne vedo più in giro…

 

Nord o Sud? Vedete un pò voi…

http://www.youtube.com/watch?v=PgCEe07gyPo