Il Grande Sud - Il Grande Sud

Il Grande Sud di Angelo M. D'Addesio. Attualità, cybercultura, politica e diritti nell'America Latina 2.0

RSS Feed

Ave Cesar!

Nel Mondiale che solo una città come Roma poteva ospitare dove gli uomini hanno vinto ed emozionato e le tute hanno polverizzato i record mondiali, fra colossi australiani, americani, britannici e cinesi ecco spuntare il brasiliano che non ti aspetti…Alla fine è stato Cesar Cielo Filho, 22 anni di Santa Bárbara D´Oeste ad essere il protagonista, diventando l’uomo-pesce più veloce al mondo, vittorioso nei 50m e nei 100m stile libero con tanto di record. In tanti gli hanno rinfacciato di essere un simbolo ormai consegnato agli sponsor (l’Arena ha blindato lui e Cavic) ed agli States (dove si è trasferito a 18 anni dopo aver vinto una borsa di studio all’Università di Auburn), sottoponendosi ai duri allenamenti dell’ex campione olimpico Brett Hawke. Oggi Cielo non è solo il nuotatore brasiliano più medagliato dopo i primi exploit a Pechino, ma secondo il Guardian è una delle dieci icone viventi del suo paese insieme al cineasta Fernando Meirelles, al poeta Ferreira Gular, al musicista João Gilberto, riportando il dossier dell’ONU Word Fact Files su 195 nazioni.  Lo si può notare dalla sua pagina di Facebook, ma anche dai messaggi sul suo blog inaugurato da appena tre mesi e già tra i più commentati in Brasile, oltre che dalle pagine ufficiali del suo sito professionale e da quelle dei blog non ufficiali dei fans. Il buon Ces si è sentito un po’ come a casa sua, visto che tra poco avrà anche il passaporto italiano i Cielo infatti sono originari di Treviso ma “non tradisco il Brasile” ha già ribadito. Ora Cielo è in vacanza a casa sua a Fortaleza, ma per poco. Già ad ottobre ci sarà la consacrazione nella Coppa del Mondo a Rio de Janeiro. Chissà se avrà avuto tempo per fare una passeggiatina per l’Italia per conoscere i parenti italiani ed indossare gli slip D&G. Chissà che non vinca anche con quelli, lui che ha ammesso di non aver paura del ritorno al tessuto

 

Le medaglie del Sur:

 

Ori:

Cesar Cielo Filho (Bra):  50m 100m (record del mondo) stile libero

Paola Espinoza (Mex): piattaforma 10m

 

Argenti:

 

Felipe França Silva – 50m dorso

 

Bronzi:

 

José Antonio Guerra e Jeinkler Ernesto Aguirre (Cub): piattaforma sincro 10m

Poliana Okimoto: 5km fondo