Il Grande Sud - Il Grande Sud

Il Grande Sud di Angelo M. D'Addesio. Attualità, cybercultura, politica e diritti nell'America Latina 2.0

RSS Feed

Il personaggio latino-americano del 2009: la parola a voi!

Ebbene sì, anche il Grande Sud si adegua al tormentone tutto commerciale ed a volte superficiale delle classificazioni di fine anno, ma lo fa sia per pentimento che per divulgazione. In primo luogo, memore di ciò che accadde lo scorso anno, quando arbitrariamente decisi di indicare Lugo come personaggio del 2008, salvo poi vederlo barcamenarsi fra figli non riconosciuti, relazioni non dichiarate, diatribe ministeriali e l’unico vero parziale successo nell’accordo con la diga di Itaipù, quest’anno lascio democraticamente che siano i lettori a scegliere perché più occhi vedono meglio. E poi perché chi non sa, non conosce, possa trarre occasione per avvicinarsi alla storia del Sud in questi ultimi anni e dei personaggi che lo contraddistinguono e chissà, provare un misto di consolazione,di aspirazione e di umiltà.

Ecco dunque il sondaggio. I nomi sono sei, tra politica, diritti, web, cultura, sport. A voi il compito di sceglierne uno o di proporne altri. Il sondaggio viaggerà ovunque e presto avrà anche una sua pagina su Facebook che potrete raggiungere cliccando sull’ultimo link del Blogroll.

E’ un gioco, un esperimento, ma neppure troppo, perché in un certo senso la nostra scelta è anche quella di chi vorrebbe un simbolo serio al di là del nostro amaro trash quotidiano. E se dovesse andare male…Pazienza. Vorrà dire che non si crede più nei sondaggi ed anche questo potrebbe non essere così grave, anzi…  

Il personaggio latino americano dell'anno
Michelle Bachelet
Mauricio Funes
Luis Inacio Lula da Silva
Lionel Messi
Alberto Pizango
Yoani Sanchez
Mario Vargas Llosa
  

Commenti

E Chávez? E Uribe? E... Lo so che non puoi metter tutti, ma questi due sono secondo me migliori candidati che la blogger cubana (!) o Funes (chi é???) ;-) Saluti, Doppiafila
Ciao Angelo, io ho votato Mauricio Funes. Ma voglio andare controcorrente e proporre il mio personale candidato, il Premio Reina Sofia e recente Premio Cervantes di letteratura José Emilio Pacheco, di cui ho parlato qui http://alexgiaco.blogspot.com/2009/05/spagna-jose-emilio-pacheco-poeta.html e più recentemente qui http://alexgiaco.blogspot.com/2009/12/jose-emilio-pacheco-premio-cervantes.html Perchè la letteratura è ora di diffonderla, smettendo di considerarla tema di elite. Grazie per l'iniziativa.
Se lo chiedete a me è inevitabile che voti Yoani Sanchez! www.lastampa.it/generaciony.
Penso che Alex abbia già risposto a Doppiafila, sia con il suo voto che con la sua opinione personale. L'obiettivo del sondaggio è cercare e "premiare" qualcuno che abbia rappresentato una svolta e che non necessariamente riempia di iniziative, proclami e quant'altro l'emisfero latino. Chavez è un uomo per tutti e per nessun anno. Uribe, a parte le magnagne giudiziarie e la sua volontà nascosta di rielezione non sembra abbia influito molto nel 2009. Funes è il primo leader di un ex formazione guerrigliera, ha promesso una stagione di verità e di uguaglianza sociale contro la corruzione di El Salvador, Bachelet rappresenta una delle leadership più riuscite e coraggiose del Cile dal dopo Allende; Lula non necessita di spiegazioni. Pizango è uno dei leader significativi degli indios peruviani che non hanno ottenuto né giustizia, né rappresentanze forti e pacifiche come accaduto in Bolivia. Quanto a Yoani e Vargas Llosa sono espressioni di due culture contro-correnti, da amare o da contestare, ma certamente diverse, originali, che fanno riflettere. Quanto a José Emilio Pacheco, vi lascio ad Alex che ne sa molto più di me...
Concordo pienamente con quanto scrivi, Angelo. Solo una precisazione: sia chiaro che la mia risposta non era assolutamente una polemica con l'amico doppiafila, che saluto e rispetto, ci mancherebbe altro. Ciascuno voti secondo i propri gusti. Ciao!
Nemmeno la mia...Anzi. Sono stato io il primo a dire di proporre altri nomi e mi fa piacere che ci siano.
Don Mario Benedetti ma non c'è. Ho votato Pizango. Ma che fine ha fatto piuttosto? Ciao Angelo
Ciao Angelo, tra quelli proposti scelgo Alberto Pizango anche se non conosco benissimo tutta la sua traiettoria ma ho seguito abbastanza la questione delle multinazionali in Perù e il conflitto derivatone. Mi piace molto la proposta di Alex per Josè Emilio Pacheco le cui poesie ho scoperto e apprezzato quest'anno e vanno assolutamente diffuse. Ciao, Fabrizio
Mancano tutte le figure che hanno proposto un cambiamento sociale nei loro paesi e che sono tuttora sostenute a larghissima maggioranza nei loro paesi quali Correa, Chavez, Morales. Invece si propone come il personaggio latinoamericano del 2009 una ragazza che scrive un blog (e anche particolarmente elementare) ! Boh! Mi sembra una rosa piuttosto "orientata" e un sondaggio "strabico".
Ho già spiegato i motivi delle scelte ed in realtà è piuttosto banale parlare di Chavez in termini di cambiamento...Potrei capire Morales ma questa sopravvalutazione di Chavez nel 2009 mi sembra più un frutto della forza del personaggio che non una reale valutazione di ciò che è successo nel 2009 in America Latina.
Chavez
Ma che tipo di sondaggio è, ha scelto solo alcuni nomi che lei vuole far sondare. Tra le altre cose dovrebbero essere divise tra categorie, come può un Presidente del Brasile competere con un giocatore argentino (ho dovuto cercare in google chi cavolo eraMessi)? Si dovrebbe chiedere in un vero sondaggio: Quale miglior politico? Quale miglior attore? Quale miglior giocatore? e ognuno indica il suo preferito. Io avrei alcune preferenze che non sono rappresentate e che a mio avviso potrebbero avere più consensi. Scusate in disturbo, ma non voto.