Il Grande Sud - Il Grande Sud

Il Grande Sud di Angelo M. D'Addesio. Attualità, cybercultura, politica e diritti nell'America Latina 2.0

RSS Feed

DiOui: la nuova sfida latina ai giganti americani

Dioui L’Argentina ha superato l’ennesima frontiera dell’innovazione e del 2.0 e si lancia nel mondo dei social location based network, ovvero le applicazioni di geolocalizzazione di persone, eventi, esercizi commerciali, strade e molto altro, anche a grande distanza. Sino ad ora il settore era stato monopolizzato dai giganti americani Foursquare e Gowalla su cui già ci sono le mire di grandi holding come Yahoo e Facebook, ma la nascita di DiOui un mese e mezzo fa, rischia di spezzare il mercato americano, specialmente in America Latina. DiOui nasce dalla creatività di Horacio Acerbo e Tobias Girelli e della loro Enye Technologies e da un investimento di 800mila dollari in due anni con l’obiettivo di 150mila utenti ed un fatturato di 500mila dollari a fine anno. I due, per raggiungere questo obiettivo hanno puntato al massimo. DiOui si può installare gratuitamente dal suo sito, ha un tempo velocissimo (20 secondi) di localizzazione di persone e luoghi di qualunque tipologia, con la novità di individuare anche le offerte migliori per gli acquisti e di conoscere e condividere in tempo reale notizie locali e mondiali. Sono state predisposte a tempo di record versioni per Android, Iphone, Java (compatibile con Nokia), BlackBerry e Windows Mobile 7 e sono state create le interazioni con i più importanti social network come Facebook, Twitter ma anche Sonico molto attivo in Argentina ed Orkut il social network per eccellenza in Brasile. Naturalmente DiOui non è solo lo strumento per il cosiddetto, a volte spiacevole, Toothing, ovvero la ricerca di amicizie femminili, anche perché è concepito per bloccare immediatamente filtri con utenti indesiderati. La grande campagna lanciata su Twitter e YouTube, il fatto di poter contare su 7 milioni di siti di interesse in tutto il mondo e la grande passione dei creatori e di famosi blogger ed esperti ed esercizi commerciali che si sono prestati ad offrire piccoli regali (biglietti del cinema in convenzione o spuntini nei bar) a chiunque li volesse incontrare attraverso DiOui, ed il fatto che tutto ciò sia possibile senza possedere uno smartphone, fa riflettere sulla grande voglia di emergere di tanti giovani cervelli sudamericani e di un paese e sulla grande apertura del mercato sudamericano.